Qual è la differenza tra pelle e cuoio?

Alessia gloves

I termini pelle e cuoio indicano due facce della stessa medaglia, ragion per cui quando ci si domanda quali differenze ci siano tra questi, si crea molta confusione a riguardo. Diamo subito una risposta alla tua domanda.

La differenza tra pelle e cuoio consiste nel processo di lavorazione della concia, ovvero il processo a cui sono sottoposte le pelli animali. Per aiutarti a comprendere meglio quanto appena scritto, definiamo nello specifico cos'è e il cuoio e cos'è la pelle.

Cos'è il cuoio

Il linea generica si definisce 'cuoio', il prodotto finale derivante dalla lavorazione chimica o vegetale della pelle animale (conciatura). Il cuoio viene solitamente prodotto e venduto in pezzature molto grandi, ed è più flessibile e pesante rispetto alle pelli che invece non vengono sottoposte a processi di conciatura ma solo a quelli di essiccazione (processo volto a preservare l'attacco dei batteri esterni).

Gli addetti ai lavori utilizzano invece questo termine per indicare, nello specifico, la tipologia di pellame solitamente di origine bovina e di colore naturale, situata sotto la suola delle scarpe. Si tratta di un pellame duro, cui spessore ha una dimensione che va dai 3 fino a i 6mm.

Il cuoio viene inoltre impiegato per realizzare pavimenti, affilare i coltelli e in genere in tutte quale attività in cui è richiesto un materiale notevolmente duro e resistente.

Cos'è la pelle

La pelle è un termine generico che indica qualsiasi tipo di pellame pre-conciato, conciato o allo stato grezzo di origine animale (bovina, ovina, equestre ecc.), da sottoporre a dei processi di lavorazione chiamati 'concia', che comprendono tutta una serie di attività così definite:

  • Lavori di riviera: processi propedeutici chimici e meccanici;
  • Concia: la conciatura può essere vegetale o chimica, rende la pelle inalterabile e non soggetta a processo di putrefazione. Tale procedimento preserva la pelle e ne conferisce allo stesso tempo la traspirazione, caratteristica assolutamente non presente nei materiali plastici e sintetici.
  • Riconcia: tintura e ingrasso (quando richiesto), in base all'uso finale del pellame e alla richiesta di mercato;
  • Attività di rifinizione: ritocchi da destinare alle pelli quasi terminate in base alla tipologia di prodotto che si vuole ottenere.

In linea generica infine, con il termine pelle, gli addetti ai lavori intendono tutto il materiale non destinato a realizzare la suola delle scarpe.

Ti potrebbe interessare: Come riconoscere la vera pelle

Differenza tra pelle e cuoio in inglese

Se stai cercando la traduzione e la differenza dei termini in inglese, non ne verrai a capo. Già, perché nella lingua anglosassone non esiste alcuna distinzione ed entrambi vengono chiamati genericamente “Leither” o più nello specifico “Skin” per definire pellami sfusi o di piccole taglie.